Villa Obizza  

Main Menu
Home
La Fondazione
FinalitÓ
Statuto
Organi
Soci fondatori
Soci sostenitori
Le azioni
News
Links
Cerca
Fotogallery
Contatti
Web by Tecnobiz di Giovanni Tatangelo
Home arrow News arrow Rassegna Stampa arrow Crema on line 3 settembre 2007
Crema on line 3 settembre 2007 PDF Print E-mail
  
Il Consiglio d’amministrazione della Fondazione attende le indicazioni della Soprintendenza
Nei giorni scorsi la Fondazione Villa Obizza ha preso possesso della dimora settecentesca sitauata a Bottaiano, frazione del comune di Ricengo. La storica villa, il cui restauro - non più rimandabile - è demandato proprio alle finalità della fondazione, è stata transennata e ora si attendono le disposizioni della Soprintendenza al fine di dare l’avvio ai lavori di messa in sicurezza.
Il progetto è affidato all'architetto Carlo Dusi e al suo staff, composto da ingegneri e conservatori. Nei prossimi giorni si riunirà il Consiglio di amministrazione della Fondazione presieduto da Silvio Diana, dal suo vice Ferruccio Romanenghi (sindaco di Ricengo) e dal direttore Elisa Foglia, per fare il punto della situazione e procedere nel modo più efficiente.
Si sa già comunque che si partirà rifacendo il tetto, per evitare ulteriori infiltrazioni e salvaguardare la villa fino a quando si troveranno nuovi finanziamenti.
Nel corso dei rilievi è stata aperta anche una stanza: la “stanza gialla” (dal colore delle pareti) al piano terreno, fino ad ora mai visitata a causa di un blocco all’ingresso.
 
< Prev   Next >

Villa Obizza